Associazione Benedetto XVI

Per iniziare...

  • Posts
  • OFFLINE
    IlTimone
    Post: 189
    Location: GUBBIO
    Age: 41
    Gender: Male
    00 1/26/2008 11:00 PM
    Grazie alla grande idea del nostro socio Ottosettembre,
    ho deciso di creare una cartella dedicata ai termini cattolici che molte persone (compreso me) non sanno il significato [SM=g8073]

    Spero possa essere utile...anche per creare un mini vocabolario che sarà sempre possibile consultare.....non si sa mai...qualcuno si dimenticasse qualche definizione [SM=g8115]
  • OFFLINE
    IlTimone
    Post: 189
    Location: GUBBIO
    Age: 41
    Gender: Male
    00 3/31/2008 12:11 AM
    a quanto vedo....misà che questa cartella è un fallimento.....che ne dite la chiudo? [SM=g8111]
  • OFFLINE
    vinpa78
    Post: 24
    Location: AGRIGENTO
    Age: 43
    Gender: Male
    00 4/1/2008 11:13 PM
    Potrei aiutare io ... basta che voi mi indicate qualche parola ed io provvedo alla spiegaziondone.
    Quando avrò un pochino di tempo potrei creare una cartella per allegarla.
    [SM=g8090]
  • OFFLINE
    SetteOttobre
    Post: 271
    Location: GUBBIO
    Age: 50
    Gender: Female
    00 4/3/2008 10:02 AM
    CIAO VINPA78,
    OTTIMA IDEA....MA IN QUESTA CARTELLA NON C'ERA LA SPIEGAZIONE DEL TERMINE "TRANSUSTANZIAZIONE"? [SM=g8071]



    Maria auxilium cristianorum, ora pro nobis

  • OFFLINE
    vinpa78
    Post: 24
    Location: AGRIGENTO
    Age: 43
    Gender: Male
    00 4/3/2008 3:57 PM
    TRANSUSTANZIAZIONE:[/COLORE] termine che deriva dal latino trans-substantiatio, e che indica la conversione reale e totale della sostanza del pane e del vino, nella sostanza del Corpo e Sangue di Gesù Cristo, che avviene durante il rito della santa Messa, con la preghiera Eucaristica, “Questo è il mio Corpo … questo è il mio Sangue”.
    Secondo il n°283 del Compendio del Catechismo della Chiesa Cattolica, la Transustanziazione è: [C]“la conversione di tutta la sostanza del pane nella sostanza del Corpo di Cristo, e di tutta la sostanza del vino nella sostanza del suo Sangue. Questa conversione si attua nella preghiera eucaristica, mediante l'efficacia della parola di Cristo e dell'azione dello Spirito Santo. Tuttavia, le caratteristiche sensibili del pane e del vino, cioè le «specie eucaristiche», rimangono inalterate.”
    Nelle Chiese della Riforma il modo di concepire il Sacramento Eucaristico varia a seconda degli autori e delle chiese.
    Per Lutero vi è la cosiddetta consustanziazione, in quanto nel sacramento vi è la presenza reale, cioè il vero Corpo ed il vero Sangue di Cristo, ma allo stesso tempo il pane e il vino mantengono la loro natura.
    Per Calvino invece la presenza è solo spirituale, memoriale "sufficiente" dell'unico e perfetto sacrificio fatto una volta per tutte dal Cristo sulla croce. Perciò il cosiddetto carattere sacrificale della messa è negato, specialmente da Calvino ed i suoi seguaci. Ciò dette origine a numerose dispute intorno alla natura del sacramento fra le varie chiese riformate.


    invece

    CONSUSTANZIAZIONE: termine che deriva dal latino cum-substantiatio, diffuso in ambito prevalentemente luterano la quale tenta di descrivere la natura dell'Eucaristia in termini concreti metafisici, sostenendo che nel sacramento eucaristico il pane e il vino al tempo stesso mantengono la loro natura fisica e divengono anche sostanza del corpo e del sangue del Cristo. Differisce dalla transustanziazione poiché quest'ultima, come abbiamo visto sopra, afferma la reale conversione di tutta la sostanza del pane nella sostanza del Corpo di Cristo, e di tutta la sostanza del vino nella sostanza del suo Sangue.